ETF Immobiliare per investire sul mattone

ETF Immobiliare per investire sul mattone

Gli ETF che investono sull' immobiliare sono una delle molte opportunità settoriali che permettono di costruire un portafoglio di investimento diversificato.

Vi sono però 2 buone argomentazioni di fondo per seguire con interesse le valutazioni dei cosiddetti fondi immobiliari, sia a livello globale che europeo:

1) Viviamo ormai in un mondo di bassi rendimenti. Con il mondo obbligazionario ormai su rendimenti bassissimi in tutti i paesi sviluppati, il 3-4% di rendimento lordo dei fondi immobiliari risulta essere attraente per chi guarda alla protezione dei propri investimenti.

2) La positiva esperienza USA. I prezzi delle case sono spesso un buon indicatore della ripresa economica, e dal 2008, anno in cui i prezzi hanno raggiunto i minimi, le valutazioni sono andate via via rafforzandosi, anche grazie alle politiche monetarie espansive. Ed i valori hanno ormai quasi raggiunto i livelli pre-bolla, con decisi incrementi negli ultimi anni. E chissà che questo non possa avvenire anche in Europa, seppure in modo più lento e graduale.

Naturalmente i rischi ci sono, e di tanto in tanto qualche bolla immobiliare scoppia a livello locale. Per questo gli indici più ampi e globali assicurano quantomeno una minore volatilità, permettendo nel frattempo di godere di buoni dividendi.

ETF immobiliare su borsa italiana

Vi sono diversi ETF disponibili su Borsa Italiana per investire sul mattone, con specializzazioni per area geografica. Naturalmente, per le zone extra-Eurozona bisogna tener conto la variabile valutaria (Eur/Usd ed Eur-GBP, a seconda del fondo), che ha influenza sui prezzi di negoziazione. Qui di seguito i principali, generalmente associati a maggiore liquidità:

Ishares developed mkt property
Cod: IWDP | Isin: IE00B1FZS350 | T.E.R 0,59%

Immobiliare paesi sviluppati. Quasi 60% di titoli Usa, poi Hong Kong,  Giappone ed Australia. Include solo titoli con previsione di dividendo non inferiore al 2%. Dividendi trimestrali.

Dbx developed Europe Real Estate
Cod: XDER | Isin: LU0489337690 | T.E.R. 0,40%

Immobiliare Europa. Il peso principale è costituito da titoli UK, con circa il 30%. Poi Francia e Germania con circa il 20%. Questo ETF immobiliare è quindi  soggetto alle fluttuazioni valutarie, in particolare nei confronti della Sterlina inglese. Non stacca dividendi, che vengono reinvestiti nel fondo.

Ishares Property Europe ex UK
Cod: IPRP | Isin: IE00B0M63284 | T.E.R 0,40%

Immobiliare Europa, con esclusione di UK. Prevalenza quindi di aziende Francesi e Tedesche. Include solo titoli con previsione di dividendo annuale almeno pari al 2%. Dividendi trimestrali.

Ishares Asia property
Cod: IASP | Isin: IE00B1FZS244 | T.E.R 0,59%

Immobiliare Asia. Raccoglie titoli prevalentemente di Hong Kong, Giappone ed Australia, tutti con peso attorno al 30% ciascuno. Include solo titoli con previsione di dividendo annuale almeno pari al 2%. Dividendi trimestrali.

 Ishares US property
Cod: IUSP| Isin:IE00B1FZSF77 | T.E.R. 0,40%

Immobiliare USA. Anche in questo caso solo titoli con previsione di dividendo non inferiore al 2%. Fortemente influenzato dal cambio Eur-Usd. Distribuisce dividendi trimestrali.
 
Ishares UK property
Cod: IUKP| Isin:IE00B1TXLS18 | T.E.R. 0,40%

Immobiliare UK. Anche in questo caso solo titoli con previsione di dividendo non inferiore al 2%. Fortemente influenzato dal cambio Eur-GBP. Distribuisce dividendi trimestrali.