ETC materie prime

ETC MATERIE PRIME - COSA SONO
ETC=Exchange Traded Commodities. Sono strumenti finanziari che permettono di investire sulle materie prime. Dall'Oro al Petrolio, dai prodotti agricoli ai metalli industriali. Analogamente agli ETF, sono quotati su borsa italiana nel segmento ETFplus e sono scambiabili sul mercato come una normale azione.
 
VANTAGGI ETC
  • Una nuova opportunità per i piccoli investitori, che possono seguire il mercato delle commodities senza affrontare le più impegnative leve dei futures.
  • Flessibilità operativa: vi sono circa 150 strumenti quotati su borsa italiana, che coprono singole materie prime,  gruppi omogenei (metalli industriali, agricoli, ecc), fino al totale comparto (indice CRB). Disponibili anche strumenti a leva (2x, 3x) per operazioni di breve periodo.
  • Semplicità operativa: non hanno le scadenze dei futures. E' il gestore che provvede al rollover, cioè al passaggio da una scadenza all'altra
  • Fiscalità: non essendo OICR, permettono il recupero delle minusvalenze dallo zainetto fiscale.
  • Diversificazione:  il loro andamento negativamente correlato alle equities (almeno storicamente), le rende assai interessanti in una ottica di diversificazione di un portafoglio. La presenza dell'Oro in molti portafogli bilanciati è un chiaro esempio.
  • Persistenza:  il prezzo di una materia prima può scendere, ma non può valere zero. Non può andare in default.
 
OPERATIVITA' ETC
  • Liquidità: sebbene sia un comparto in rapido sviluppo in italia, non tutti gli strumenti garantiscono ancora ampia liquidità. Attenzione in particolare agli strumenti short e a quelli a leva. Molto affidabili gli strumenti long non a leva sulle principali commodities
  • Valuta: gran parte delle materie prime è quotata in dollari. I prezzi degli ETC sono soggetti a fluttuazioni di Eur-Usd in particolare. gran parte delle materie prime è quotata in dollari. I prezzi degli ETC sono soggetti a fluttuazioni di Eur-Usd in particolare. Vi sono strumenti hedged (=coperti dal rischio cambio)per le principali materie prime.
  • Volatilità: le singole materie prime sono soggette a repentine fluttuazioni sull'uscita di nuovi dati (stock, meteo, rese, export, ecc). Attenzione quindi alla leva finanziaria.
  • Contango: quando i nuovi contratti future  costano di più di quelli in scadenza si ha il contango. Il provider deve acquistare una parte di nuovi contratti (più cari) chiudendo quelli meno cari. Questo porta ad una erosione del prezzo nel tempo. Bene non mantenere le posizioni troppo a lungo
  •