Nuovo ETF PIR tra mid cap e small cap

Nuovo ETF PIR tra mid cap e small cap

nuovo etf pir

Nuovo ETF PIR tra mid cap e small cap


iShares, piattaforma Etf di BlackRock Inc., ha quotato in data odierna su Borsa Italiana un Etf che offre agli investitori retail un accesso efficiente ai titoli di società quotate italiane di piccola e media capitalizzazione, tramite la replica fisica completa e un Ter annuo di appena lo 0,33%.

il nuovo ETF  PIR su borsa italiana

L’iShares Ftse Italia Mid-Small Cap Ucits Etf (Isin: IE00BF5LJ058, Bbg code: IPIR IM) capitalizza i dividendi e riflette le performance del Ftse Italia Pir Mid Small Cap Net Tax index (Bbg code: ITPIRMSN), indice a rendimento totale netto (ovvero, i dividendi netti dei titoli da cui è composto sono reinvestiti al netto delle eventuali imposte applicabili), costruito per riflettere i requisiti della nuova legge italiana sui vantaggi fiscali legati ai “Piani Individuali di Risparmio” (Pir), se l’investimento è mantenuto per almeno 5 anni.

Con questo nuovo fondo, gli investitori possono ottenere un’esposizione trasparente e diversificata, tramite un unico strumento, a oltre 150 società di piccola e media capitalizzazione del mercato azionario italiano, con l’esclusione di società appartenenti al settore immobiliare o costituite fuori dall’Italia. In particolare, l’universo investibile del fondo è costituito per l’86% da titoli di società “mid cap”, mentre le “small cap” rappresentano il restante 14% dei componenti dell’indice di riferimento.

Emanuele Bellingeri, responsabile iShares per l’Italia, ha dichiarato: “Nell’ambito del continuo processo di innovazione prodotti,il nuovo Etf PIR amplia la gamma passiva di BlackRock di soluzioni funzionali all’investimento sul mercato azionario italiano. Si tratta di uno strumento rivolto ai gestori che intendono costruire soluzioni a misura di Pir, sostenendo l’economia reale e il mondo delle Pmi, e incentivando al contempo il risparmio di lungo periodo. Gli Etf possono essere strumenti ideali per la costruzione di portafogli Pir, grazie all’efficienza a livello di costi e alla possibilità di un’ampia e trasparente diversificazione all’interno di una classe di attivi potenzialmente volatile”.

 

Ricordo che per poter usufruire dei vantaggi fiscali legati alla normativa PIR, è necessario avere un conto dedicato. Chiedi alla tua banca la disponibilità, per ora limitata a pochi istituti.

(da etf plus)